12,218 Posts

pierofichera Titolo: "La mia estate"
Tecnica: Ansia su tela
#unict #MedStudent
7h

» LOG IN to write comment.

fede_a_dant Campanarazzu è un sito archeologico di Misterbianco (CT) in cui dal 2002 si è scavato al di sotto di una eruzione lavica, ben dodici metri di basalto lavico durissimo, per riportare alla luce i resti l'antica Chiesa Madre.
Tutti conoscevano il luogo dove sorgeva l'antica Misterbianco coperta dall'eruzione lavica del marzo 1669 che aveva distrutto l'intero abitato ma non era riuscita a sovrastare l'annesso campanile. Solo il terremoto del 1693 riuscì ad avere la meglio sul campanile che in parte crollò.
Ad oggi sono stati riportati alla luce l'intero campanile, l'arco in pietra bianca dell'altare laterale del Crocefisso, l'intera navata principale, gli altari laterali, i resti di un affresco, il battistero, la porta laterale con il suo arco, l'ingresso principale con il suo altare centrale e, durante gli ultimi scavi compiuti in ordine temporale, la parte più antica dell'edificio di culto, ovvero la cappella gotica, che probabilmente è stato il primo embrione di quella che fu l'antica chiesa, risalente con molta probabilità al 1200.
Al di sotto della navata centrale sono state individuate anche delle cripte.
Molte all'interno le colonne lavorate, sempre in pietra bianca, i capitelli ed i fregi.
Le mura laterali sono state in parte ricostruite per permettere di posare le travi di legno per il tetto, così come l'impianto elettrico ed i servizi per rendere il luogo accessibile.
Ci sono ancora dei locali invasi dalla lava che nel futuro possono essere riportati alla luce e svelare altri segreti ancora non conosciuti, anche se fino ad oggi gli stili rinascimentali e gotici sono ben individuati e visibili.

#invadicampanarazzu#invasionidigitali2016#invasionidigitali#invasionidigitali3d#siciliainvasa2016#ritrovamentistorici#posteruzione#copertodallalava#lava#eruzioneetna#unict#ingegneriediliarchitetti#fotoaraffica#misterbianco#catania#Nikon#nikond3000
10h

» LOG IN to write comment.

» LOG IN to write comment.